Abbazia di Sant’Eustachio – Nervesa della Battaglia TV

Nervesa della Battaglia TV

Abbazia di Sant’Eustachio

Quando sono andato a visitare quest’Abbazia diroccata (vedi video) era ancora tutto chiuso in quanto stavano facendo dei lavori di ristrutturazione, ho comunque trovato un buco nella rete per intrufolarmi e devo dire che, percorrere di notte quel sentiero con l’Abbazia diroccata ha avuto il suo dannatissimo fascino. Come puoi vedere dalla mappa quando arrivi troverai posto nel parcheggio gratuito della chiesa, l’accesso e la manovra per uscire sono molto semplici, affianco alla chiesa troverai anche un vecchio cimitero. Io ho approfittato del rubinetto all’interno del cimitero per caricarmi l’acqua con le taniche, anche quello, essendo stata la prima volta in un cimitero, ha il suo fascino. Una volta parcheggiato lascia la chiesa alle tue spalle e gira a destra, ti basterà percorrere 100 metri ed attraversare la strada per trovare l’ingresso (vedi mappa), se dovesse essere chiuso guarda bene a destra del cancello, c’è un buco nella rete 😉 Il percorso è per tutti, ti sconsiglio di venirci appositamente ma è d’obbligo considerare questa puntina come validissima sosta, soprattutto per una passeggiata notturna nel sentiero dell’Abbazia.

.

Informazioni dal Web

Abbazia di Sant’Eustachio

L’abbazia di Sant’Eustachio era un monastero benedettino soppresso nel Cinquecento e oggi in rovina. I resti sorgono sulle pendici del Montello, in comune di Nervesa della Battaglia.

Nelle immediate vicinanze dell’Abbazia si trova il Sacrario del Montello, monumento dedicato ai caduti della prima guerra mondiale.

Dalla fondazione alla soppressione del monastero
Come testimonia una bolla di papa Alessandro II del 1062, l’abbazia di Sant’Eustachio fu fondata da Rambaldo III di Collalto e dalla madre Gisla. I Collalto, famiglia di stirpe longobarda, avevano da poco perso la propria influenza su Treviso a favore del vescovo locale, il cui potere si espandeva di anno in anno sia dal punto di vista religioso che temporale. Così facendo, quindi, essi contrapponevano a questa autorità un’istituzione indipendente e direttamente sottoposta al pontefice, il quale pure non vedeva di buon occhio l’espansione dei vescovi trevigiani, sostenitori dell’imperatore.

Dalla prepositura ad oggi
Tra il Cinquecento e il Seicento l’abbazia divenne un importante polo culturale. Qui vennero ospitati, tra gli altri, Pietro Aretino, Giovanni Della Casa (che vi compose il noto Galateo) e Gaspara Stampa.

Tra il 1744 e il 1819, il complesso fu guidato dal preposito Vinciguerra VII di Collalto, uomo colto e capace che lo trasformò in un’importante azienda agricola retta da esperti e studiosi. Fu grazie a lui che la prepositura sopravvisse alle soppressioni napoleoniche di inizio Ottocento, che invece colpirono la vicina certosa di San Girolamo.

In seguito, tuttavia, le autorità ecclesiastiche giudicarono inutile e obsoleta questa istituzione e, nel 1865, essa venne definitivamente soppressa, trasferendo il titolo di abate al vescovo di Treviso.

Dopo la Rotta di Caporetto, l’edificio si ritrovò in prossimità del fronte del Piave e subì pesanti danneggiamenti. Le rovine, lasciate all’incuria, sono state di recente rivalorizzate grazie ai finanziamenti dell’Unione europea.

L’abbazia di Sant’Eustachio subisce due restauri, una in parte restaurata nel 1992 e un secondo massiccio restauro nel 2017 a opera della società agricola Giusti Dal Col e terrà conto di nuovi rilievi archeologici: il recupero di pavimentazioni, sepolture e muri riscoperti durante gli scavi; verrà inoltre predisposta la ricostruzione, su fonti documentarie, della torre d’ingresso e l’integrazione, su basi archeologiche di parte delle strutture conventuali[1]. Il restauro si conclude a marzo del 2018.

FONTE: Wikipedia

.

Le Foto

Le fotografie con tag GPS

Cliccando il pulsantone qui sotto ti si aprirà l’album fotografico memorizzato su Google Foto. Ogni fotografia dovrebbe avere il tag GPS integrato, il che significa che una volta aperta puoi premere il pulsantino tondo con la lettera “i” e visualizzare sulla mappa il punto preciso dove è stata scattata!

.

Icona Google Foto Camera per album fotografico

.

.

.

Il video

Tutti i video li trovi sul canale

La cosa migliore è che tu ti iscriva al canale YouTube ove troverai tutti i video delle Puntine ed i “Dietro alle Quinte”. Iscriversi è molto semplice, basta cercare “le puntine del mondo” su YouTube oppure cliccare direttamente QUI, infine premere il pulsante “iscriviti”. In questo modo riceverai le notifiche dei nuovi video e potrai commentarli 🙂

.

.

.

.

ARRIVACI CON IL TUO NAVIGATORE!

E’ stato rifatto completamente tutto, ora ancora più semplice per tutti. Qui a destra vedi un pulsante nero “APRI IN GOOGLE MAPS”, bene, cliccalo e ti si aprirà il Google Maps. Ora all’interno della mappa troverai varie puntine (pins), cliccando sopra ad ognuna di esse leggerai una brevissima descrizione e l’indicazione del luogo, ora, se stai facendo tutto questo dal tuo smartphone puoi avviare la navigazione e raggiungere i punti precisi che ti ho segnato.
Percorsi GPS con link Google Maps dei punti d'interesse d'Italia

.

Apri in Google Maps

.

Commenti

commenti

10 Comments

  1. minecraft 16/09/2018 al 07:21 - Rispondi

    It’s difficult to find knowledgeable people for this subject, but you seem
    like you know what you’re talking about! Thanks

  2. minecraft 17/09/2018 al 22:33 - Rispondi

    Hi would you mind letting me know which web host you’re
    utilizing? I’ve loaded your blog in 3 completely different internet
    browsers and I must say this blog loads a lot quicker then most.
    Can you suggest a good hosting provider at a fair price?
    Thanks, I appreciate it!

  3. minecraft 18/09/2018 al 00:42 - Rispondi

    When some one searches for his required thing, thus he/she
    desires to be available that in detail, thus that
    thing is maintained over here.

  4. Like 18/09/2018 al 13:51 - Rispondi

    Like!! Great article post.Really thank you! Really Cool.

  5. You really make it seem so easy with your
    presentation but I in finding this topic to be actually something that I
    believe I’d by no means understand. It seems too complex and very wide for me.
    I’m having a look forward for your subsequent publish, I’ll attempt to get the dangle of it! https://www.sportsblog.com/

  6. check this site out 19/09/2018 al 01:00 - Rispondi

    Hi, i think that i saw you visited my weblog so i came to
    “return the favor”.I am attempting to find things to improve my website!I suppose its ok to use some of your ideas!! http://www.girl-spanking.com/toplinks/index.php?a=stats&u=teganhause61

  7. Greetings from Colorado! I’m bored to death at work so I decided to check out your blog on my iphone during lunch break.
    I enjoy the information you provide here and can’t wait to
    take a look when I get home. I’m shocked at how fast your blog loaded on my phone ..

    I’m not even using WIFI, just 3G .. Anyways, great site! http://www.girl-spanking.com/toplinks/index.php?a=stats&u=luccaribeiro56

  8. Site web 19/09/2018 al 02:16 - Rispondi

    Excellent post but I was wanting to know if you could write a litte more on this topic?
    I’d be very grateful if you could elaborate a little bit more.
    Kudos! http://armor-team.com/members/aaronowsley548/profile/

  9. www.topfranco.com 19/09/2018 al 02:25 - Rispondi

    I’ve read some just right stuff here. Definitely worth bookmarking for revisiting.
    I wonder how a lot effort you put to make such a excellent informative site. http://www.topfranco.com/index.php?a=stats&u=hbleduardo

  10. relevant internet page 19/09/2018 al 07:17 - Rispondi

    Everything is very open with a really clear clarification of the issues.

    It was definitely informative. Your site is very useful.
    Thank you for sharing! http://www.pcmadd.com/business/index.php?a=stats&u=luizaviante20

Scrivi un commento